giovedì 21 marzo 2013

"Il mio regalo più grande"





Quando insegui una passione non sai  mai quali e quante strade ti farà percorrere e quante persone ti farà incontrare... A volte inciampi in vicoli cechi e incontri gente che non ha scintillii negli occhi, ma, a volte, incontri persone che ti aprono un mondo affascinandoti con le loro storie, i loro sogni e i loro progetti e ti sembra di conoscerle da sempre...io ho incontrato Valeria!
E' successo una mattina di ottobre (credo): io stavo alla ricerca di lana filata naturale e una mia amica mi ha passato un numero di telefono dicendomi  "si chiama Valeria e vende lana!"  La chiamo, ci diamo un appuntamento, ci incontriamo e......... e sembra che ci conosciamo da sempre!!!! Come può essere??? Eppure è così e iniziamo a parlare e a raccontarci e intanto conosco tutta la sua famiglia e mi porta ad assistere ad un'asta di montoni nella piana di Campo Imperatore e io mi sentivo perfettamente a mio agio...è così che è iniziata un'amicizia bellissima.
Valeria è una giovane donna molto dinamica e vulcanica (devi prendere lezioni di velocità da Alonso per andarle dietro!!!), la sua passione predominante (oltre la sua famiglia) sono le lane e io ho avuto il privilegio di assistere alla realizzazione del suo sogno più grande: filare le sue lane e commercializzarle.
E' una tosta da cui prendere esempio; è riuscita da sola a ricavarsi una nicchia di mercato in barba a tutti coloro che le dicevano di arrendersi!!!
A questo punto vi starete chiedendo: "Ma a noi che importa di tutto ciò?".... A voi non lo so, ma a me ha dato modo di approfondire lo studio sulla lana e sui tanti tipi di filati in giro per il mondo e l'entusiasmo e la voglia di sperimentare nuove lavorazioni, punti e spunti per dare una forma e una storia a una matassa di lana.


"AquiLana", questa è la lana di Valeria: bianca, soffice, profumata...


Questo è il primo lavoro che ci ho confezionato: uno scaldacollo all'uncinetto...


e siccome lavorare con l'uncinetto mi rilassa ho provato a fare anche un paio di scaldapiedi...


...poi ho sperimentato la forcella...che cos'è una forcella????


questa è una forcella!!!! :)


...poi non sono riuscita più a fermarmi.....


Queste sono le mie prove di tintura....

Che dire, la storia continua e belle novità bollono in pentola, quindi.....in campana!!!!

P.S.: se volete sapere di più su Valeria e le sue lane: "lanaquilana.blogspot.com"
P.P.S.: se volete sapere di più sui miei lavori sono sulla pagina fb "i campi di mais" ;)

7 commenti:

  1. Anto ho avuto da fare in questi giorni e questo racconto mi era sfuggito... Ti ringrazio per il post che mi hai dedicato. A volte vorrei andare anche più veloce. Per i nostri progetti futuri dobbiamo correre tutte, la nostra "rete" deve lasciare gli "scettici" senza parole!!

    RispondiElimina
  2. tu da fare???? beh!!! neanche avessi due bambini di 4 e 0 anni, un compagno, un lavoro e una famiglia da mandare avanti!!!!! :)

    RispondiElimina
  3. ... e le pecore, dove le mettiamo? Siete fantastiche, donne!!!!

    RispondiElimina
  4. CIAO Antonella è il primo dopo la lana. un bacio lina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Lina, quelle sono noccioline; le ho alternate ogni giro! :)

      Elimina

Crema di limoncello

Questa volta sono portatrice sana. Non è farina del mio sacco, mi limito solamente a raccontare. Il fautore di questa delizia è lui... ...