giovedì 25 luglio 2013

Materie e colori della natura


Immaginate un borgo medievale arrotolato intorno a una collina e avvolto dall'odore di santoreggia e eliocriso,

Immaginate di perdervi tra vicoletti e viuzze e salite.....

... e scendete.......

.... ed esprimete desideri....

... e vi perdete con lo sguardo in un panorama multicolor e mozzafiato.....
 Siete a Navelli, nel centro  dell'Italia, in Abruzzo...lo avreste mai creduto????
E' proprio in questo bellissimo contesto che la Pro Loco del paese, in collaborazione con l'Associazione "Navellarte" ha organizzato la mostra "Materie e colori della natura" - l'uomo e il territorio - nella bellissima location di Palazzo Santucci (per molti: Il castello)
 (interno del cortile)

Salendo la scalinata che vi porterà all'interno, vi avvolgeranno odori antichi di essenze di montagna e una volta all'interno lo sguardo si riempirà di colori, forme, profumi di legni, intrecci di rami, storie di pastori, di transumanze, di fatica, di gioie, di amori, di mani che hanno lavorato per lasciarci un po' di cuore.....
Se uscendo avrete la consapevolezza di impegnarvi per lasciare alle nuove generazioni  un mondo un po' migliore di come lo abbiamo trovato....missione compiuta!!!!
.....E' inutile che scorrete con il mouse...non ci sono le foto della mostra.....potete venire a vederla con i vostri occhi dal 21 luglio al 25 Agosto, dal mercoledì alla domenica...vi aspettiamo!!! :)

mercoledì 24 luglio 2013

Giocare con le mani






Giocare con le mani è la prima cosa che impariamo a fare: con le mani conosciamo quello che abbiamo intorno, con le mani afferriamo, accarezziamo, schiaffeggiamo, asciughiamo le lacrime, sbucciamo le cipolle (ehm.....no quest'ultima cosa non c'entra niente argh!!!!!). 
Con le mani  intrecciamo fili tra ferri e uncinetti, telai e forcelle e mentre lo facciamo ci intessiamo progetti, sogni, preghiere, aspettative... o semplicemente canticchiamo canzoncine...
A me capita tutte queste cose insieme, mi diverte soprattutto sentire il ticchettio degli attrezzi di legno mentre attorciglio, scambio, salto, allungo fili. Mi è sempre piaciuto lavorare con attrezzi di legno, lo trovo rilassante e comodo soprattutto d'estate perché il legno non bagna il filato di sudore e tutto scivola via in men che non si dica....e siccome la mia mente corre veloce non appena finisco un lavoro già ne ho in cantiere un altro...altro giro altri attrezzi!!! Come faccio ad averli sempre al posto giusto al momento giusto? Ho incominciato a produrre anche gli attrezzi...non io per la verità, ma la mia dolcissima metà!!! che oltre ad assecondarmi ha iniziato ad aiutarmi...come si dice: se non puoi sconfiggere  il nemico...ti ci allei!!!


                                 Questi sono uncinetti con asola per lavorare il knooking


                                Uncinetti tunisini doppio gancio per lavorare in tondo (n.12)


                                                        Forcelle varie misure


                                                 Telaietti per giocare (...ma anche no!!)


                                                    Uncinetti n. 5

Un vero tesoro, non vi pare?????
Ne ho anche per voi, non avete che da chiedere!!! :)

Crema di limoncello

Questa volta sono portatrice sana. Non è farina del mio sacco, mi limito solamente a raccontare. Il fautore di questa delizia è lui... ...