venerdì 8 maggio 2015

"...di greggi e di pastori di cantar mi vanto..."






“Se vi piace ascoltar cari signori e donne belle, mi venite accanto. D’antichi cavalier, d’armi e d’amori io vi voglio avvertir non è il mio canto, ma sol di greggi e di pastori io questa volta di cantar mi vanto; dunque porgete l’orecchio che a dilettarvi un po’ io mi appresto.” (dai quaderni di Francesco Giuliani: Se ascoltar vi piace).


Nonno Paris declamava sempre questi versi ai suoi nipoti e lo faceva con tale trasporto che stavano tutti ad ascoltarlo con gli occhi sgranati e non volevano che finisse mai! Nonno Paris conosceva a memoria ogni parola, ogni pausa, e utilizzava diversi toni di voce per dipingere la scena.
  Urlava e si dimenava quando raccontava dell’attacco del lupo Fulmine e del suo branco al gregge, una notte che pioveva a dirotto e il tratturo era tutto un pantano e i cani pastori sentinella abbaiavano e correvano dietro al branco per dividerlo e allontanarlo  e i cani pastori toccatori cercavano di tenere unite le pecore e non farle disperdere per la montagna e i pastori sparavano colpi di fucile in aria per spaventare i lupi.
Parlava sottovoce, invece,  quando raccontava dei pastori che, dopo una faticosissima giornata di cammino e di lavoro, si riunivano intorno al fuoco e raccontavano delle loro mogli, dei loro figli e della vita che li aspettava in montagna quando sarebbero tornati in primavera…


Nonno, esordì Sara (la più piccola dei nipoti), ma tu sei più bravo di un cartone! E tutti risero e poi arrivò Nonna Diomira con la merenda…e come dire di no a una fetta di pane e zucchero!



E con ancora il sapore di pane e zucchero in bocca, visto che siamo in vena di ricordi, conserviamoli in un cuore magari fatto con le nostre mani. Muniamoci di un uncinetto n.5 , 50 gr di lana o cotone, un po’ di ovatta per imbottire e, a piacere, fiori secchi profumati.
Avviare 15 catenelle e lavorare 7m basse, saltare una cat, 7m basse, continuare in tondo con 7m basse, 1m bassa 1 cat 1m bassa nell’ottava catenella di base, 7m basse; 3m basse nella m successiva, 7m basse, saltare 1 maglia, 7m basse, 3m basse nella m successiva, 8m basse, 1m bassa 1 cat 1m bassa nella cat del giro precedente, 8m basse; 3m basse nella m successiva, 10m basse, saltare 1 m, 10m basse, 3 m basse nella m successiva, 12m basse, 1m bassa 1 cat 1m bassa nella cat del giri precedente, 12m basse; 3m basse nella successiva, 13m basse, saltare 1 m, 13 m basse, 3m basse nella successiva, 16m basse, 1m bassa 1 cat 1m bassa nella cat precedente, 16m basse, 1m bassissima nella m successiva, chiudere il lavoro rompere il filo. Fare un altro cuore allo stesso modo. Sovrapporre i due cuori e unirli con l’uncinetto a punto bassissimo, prima di chiuderlo completamente imbottire con un po’ di ovatta mista ai fiori secchi e completare. Fare una catenella di 15 punti e agganciarla al centro del cuore a modo di gancio. Ecco qua, il cuore è pronto per profumare un angolo di casa e, visto che il giorno si avvicina, potrebbe essere un regalo simpatico per la vostra mamma, che ne dite?


Come sempre buon divertimento e tenetemi aggiornata sui vostri lavori, mi farà piacere vederli!


Nessun commento:

Posta un commento

Crema di limoncello

Questa volta sono portatrice sana. Non è farina del mio sacco, mi limito solamente a raccontare. Il fautore di questa delizia è lui... ...