lunedì 18 settembre 2017

Mugcake. Sognando Amsterdam






Pomeriggio intenso di lavoro di un inizio settimana tutto da programmare. Parole, immagini, progetti, schemi...e all'improvviso voglia di staccare e andare via per un po'!
Mi faccio una tisana penso. Apro l'anta della credenza e tra tutte scelgo la tazza con la scritta AMSTERDAM (regalo di mio figlio da uno dei suoi viaggi!), così, di istinto; almeno con la fantasia posso volare.
Nel tragitto tra l'angolo di lavoro e la cucina deve essere scattato qualcosa nel mio cervello, perché improvvisamente ho avuto voglia di dolce. Al diavolo la tisana, io voglio essere coccolata, voglio il mio "confort food" come dicono gli inglesi. Un' amica mi rimprovera sempre di utilizzare troppo spesso  parole inglesi nel mio linguaggio...ma che ci posso fare se gli Inglesi con due parole esprimono un concetto che in italiano diventerebbe un trattato di psicologia?
Comunque non divaghiamo!
Giorni fa in rete ho scoperto un modo veloce per fare dolcetti pronti all'uso e il mio cervello deve aver riscovato proprio quell'immagine mentre mi accingevo a preparare la tisana!

Mugcake
che invenzione bellissima, con pochi ingredienti e 3 minuti tre di orologio stai già gustando questa prelibatezza.


Che cosa occorre? Nella tazza mettere tre cucchiai di farina, un cucchiaio di zucchero, mezzo cucchiaino di lievito per dolci, mescolare, aggiungere due cucchiai di acqua, un cucchiaio di olio di semi, mescolare ancora, un uovo, mescolare bene il tutto



Quando il composto è ben amalgamato, aggiungere due o tre cioccolatini


Io avevo i cremini, quelli che ti ricordano i premi dolciosi delle nonne quando le aiutavi a mettere a posto, insomma questi:


Tornando alla nostra tazza, terminato il tutto mettere al microonde e lasciare cuocere per due minuti al massimo della potenza  trascorsi i quali, questo è quello che verrà fuori...



No, dico, lo avreste mai creduto? Lo so, lo so, voi siete di quelli che se non sporcate tre stanze, quaranta pentole, centoventisette posate diverse non vi definite pasticceri, ma io non voglio essere una pasticcera, voglio solamente fare una merenda che mi faccia riappacificare con il mondo...



...e che vi devo dire: confort food, mission accomplished!




P.S.: provatelo in tutte le varianti possibili e immaginabili: cacao, caffè, mandorle, nocciole, marmellata e tutto quello che vi viene in mente. Colazione veloce e inaspettata se volete sorprendere tutta la famiglia!


sabato 2 settembre 2017

Corso di tintura naturale





Eccoci a settembre. Il mese di transizione; quello che ci fa tornare a casa presto, che accorcia le giornate, che porta aria di rinnovamento. 
Abbiamo mille cose da organizzare e da pensare: i bambini che tornano a scuola, il lavoro da riprendere, l'abbigliamento che si fa più pesante.
Prima di tutto questo, prima di tuffarci nel vortice degli impegni, godiamoci una volta ancora un fine settimana in tutto relax regalandoci due giorni di chiacchiere ed esperimenti con nuove e vecchie amicizie. Due giorni soltanto, quel tanto che basta per affrontare l'autunno con nuovi progetti e riportandoci a casa il fragore dei sorrisi di un'esperienza condivisa.


Nella nuova sede del mio laboratorio, a Fontecchio di L'Aquila, proprio all'ingresso del bellissimo borgo medievale, nel fine settimana che comprende i giorni 23 e 24 settembre prossimi, si svolgerà un corso di tintura con elementi naturali. Una bella occasione per entrare nel mondo variegato dei colori che ci regala la natura in autunno.  



COSA SI FA
- Si tingono i campioni di fili e tessuti e si apprendono i passaggi di preparazione dei vegetali e delle sostanze utili per fissare il colore e per cambiare tonalità;
- Si consulta la bibliografia disponibile;
- Si torna a casa con una dispensa che racconta la storia e l'importanza dei colori nel corso dei secoli, con un taccuino per annotare le ricette e incollare i campioni tinti di filato e tessuti di varia composizione e tramatura.

PROGRAMMA
Il corso inizia sabato 23 settembre alle ore 9:30 e terminerà domenica 24 settembre alle ore 13:00.
Prepareremo i colori base delle piante tintorie tradizionalmente utilizzate per la loro stabilità al sole e al lavaggio, valuteremo i cambi di colore utilizzando mordenti diversi.
E' un corso completo che vi darà le basi per iniziare la sperimentazione a casa in tutta sicurezza. Si svolgerà in due giorni per rispettare i tempi dei vari passaggi. Ci saranno momenti sia pratici che teorici. Verranno presentate le piante e i materiali necessari, si affronteranno insieme i passaggi per tingere e sarà possibile consultare i libri sulla tintura disponibili sul mercato. 
Non è necessaria alcuna competenza tecnica. Il materiale (fili, tessuti e piante) è compreso nel costo del corso; non è necessario portare nulla.

COSTO
€ 90,00 che comprendono:
- Materiali (piante, taccuino appunti, matita, dispensa, filati, tessuti );
- Pranzo del sabato (si prega al riguardo evidenziare eventuali allergie alimentari al momento della prenotazione);
- Brunch della domenica;
- pause caffè;
- Ricevuta fiscale
Il pagamento si può effettuare 1/2 bonifico bancario o in contanti al momento dell'inizio del corso.
L'iscrizione si effettua inviando una email all'indirizzo " icampidimais@gmail.com " entro il 20 settembre 2017 a cui seguirà il versamento di una caparra di € 15,00 che verrà detratta dalla quota del corso.
Il corso si svolgerà con un minimo di 4 iscritti e fino a un massimo di 10.

A richiesta e con supplemento, è previsto il servizio giocabimbi per la durata del corso a cura dell'Associazione di Promozione Sociale "La Creatività dell'Anima"

In caso di annullamento verrà rimborsata la caparra;
In caso di disdetta da parte vostra NON verrà rimborsata la caparra.



DOVE ALLOGGIARE
Per il pernottamento è possibile alloggiare al B&B "Casa Torre del Cornone" a Fontecchio, email: info@torrecornone.com tel.: +39 328 061 79 48
costo camera singola € 40,00, costo camera doppia € 70,00, per qualsiasi altra info rivolgersi ai recapiti sopra elencati
La struttura, oltre ad offrire un paesaggio senza eguali, ospita una biblioteca specializzata nei temi della paesaggistica, educazione ambientale, abruzzesistica, ambiente, cartografia locale ecc. Tutta la struttura è servita da WI-FI libero.


Come si arriva a Fontecchio:
DA ROMA 
Autostrada A24 fino all’uscita L'Aquila Est; seguire per Popoli/Sulmona/Pescara (strada a quattro corsie) fino ad immettersi sulla SS17; svoltare a sinistra e proseguire per pochi chilometri fino al bivio con la SS261; tenere la destra sulla SS261 in direzione di San Demetrio, Fontecchio, Molina; dopo 15 km si arriva a Fontecchio; entrati in paese c’è, a sinistra, un negozio di alimentari: di fronte una strada in discesa porta alla piazza del paese.

DA PESCARA
Autostrada A25 fino all’uscita di Bussi; ci si immette sulla SS5 Tiburtina Valeria e si gira a destra in direzione di Popoli; percorso meno di un km, si lascia la SS5 a destra seguendo le indicazioni per L’Aquila sulla SS17; si continua dritti fino a lasciare la valle del Tirino e salire sull’Altipiano di Navelli; si gira attorno a Navelli e si continua per l’Aquila sempre sulla SS17; dopo pochi km girare a sinistra per Caporciano; si attraversa questo paese e di prosegue per Bominaco e poi Opi. Poco dopo Opi, a sinistra per Castello, lasciando la via principale, ed ancora subito (20 metri) a sinistra verso Fontecchio; si segue questa stradina che scende in valle fino ad immettersi sulla SS261; si gira a sinistra e dopo un Km, si entra a Fontecchio;  entrati in paese c’è, a sinistra, un negozio di alimentari: di fronte una strada in discesa porta alla piazza del paese.

DA BOLOGNA/ANCONA
Autostrada A14 fino a Giulianova; nuovo raccordo autostradale seguendo le indicazioni per Autostrada A24 (Roma-L’Aquila); si entra nella A24 e si esce ad Aquila Est; seguire per Popoli/Sulmona/Pescara (strada a quattro corsie) fino ad immettersi sulla SS17; svoltare a sinistra e proseguire per pochi chilometri fino al bivio con la SS261; tenere la destra sulla SS261 in direzione di San Demetrio, Fontecchio, Molina; dopo 15 km si arriva a Fontecchio; entrati in paese c’è, a sinistra, un negozio di alimentari: di fronte una strada in discesa porta alla piazza del paese.

DA NAPOLI
Autostrada del Sole fino alla uscita di Cassino; qui si prosegue sulla superstrada (SS82) per Sora ed Avezzano; ad Avezzano si imbocca la Autostrada A25 verso Roma e la si abbandona dopo pochi km per imboccare la A24 uscita L'Aquila Est; seguire per Popoli/Sulmona/Pescara (strada a quattro corsie) fino ad immettersi sulla SS17; svoltare a sinistra e proseguire per pochi chilometri fino al bivio con la SS261; tenere la destra sulla SS261 in direzione di San Demetrio, Fontecchio, Molina; dopo 15 km si arriva a Fontecchio; entrati in paese c’è, a sinistra, un negozio di alimentari: di fronte una strada in discesa porta alla piazza del paese.

In treno si arriva a Roma Tiburtina o a Pescara Centrale e con la linea Autobus TUA si raggiunge L'Aquila Terminal, dove si cambia per Fontecchio con la stessa società.

Cos'altro devo dirvi per stuzzicare la vostra curiosità...
Per gli accompagnatori è possibile portare una bicicletta, i dintorni sono circondati da una pista ciclabile che attraversa o costeggia tutti gli affascinanti borghi della Valle dell'Aterno. Da non perdere le grotte di Stiffe con il nuovo sito ""Aquilandia" (utilizzando un cupon con cui è possibile pagare il biglieto ridotto rilasciato da I campi di mais), una pausa relax al lago Sinizzo e sgambata verso le Pagliare antichi villaggi pastorali e molto molto altro.Se invece amate meditare in tranquillità il posto giusto è L'Oasi naturale di Fontecchio. Per conoscere tipicità e vini una bella capatina a Goriamo Valli al vigneto di Adriana Tronca Vigna di more
Dovete proprio venire, mica posso scrivere tutto?
Non avete più scuse, prenotate il vostro week end :)


Once upon a time Italic hour

These days spent running behind the clocks hand that don't even ticking as they once did letting us completely lose track of th...